Fattoria La Citadelle


Sicurezza alimentare e salute

L’agricoltura è la principale attività della regione dell’Atlantique, ma le forti siccità stagionali, la mancanza di reti idriche e di mezzi adeguati ne riducono le potenzialità di crescita. In tale contesto è stato realizzato un progetto di sviluppo agricolo integrato, arrivando a rendere produttivi 20 ettari di terreno precedentemente incolto e inutilizzato. La fornitura di acqua potabile è risultata essenziale anche per migliorare la situazione sanitaria dell’area.

Fai una donazione


Dove e quando?

Bénin, Distretto Atlantique, Comune di Allada
2009 – 2011

Per chi?

80 tra agricoltori e allevatori impiegati nella cooperativa agricola.

Con chi?

Regione Veneto
Fondazione Cariplo
Regione Lombardia
Comune di Milano
Tavola Valdese


Contesto

La carenza di sistemi di fornitura idrica destinata alle coltivazioni durante la stagione secca, è tra le causa della ridotta produttività agricola, in quanto il numero di raccolti dipende esclusivamente dalle precipitazioni naturali. Tale carenza riguarda anche la fornitura d’acqua potabile per uso domestico, costringendo molte famiglie a utilizzare fonti superficiali non protette, che presentano un forte inquinamento di tipo chimico-batteriologico. Altri nuclei familiari, invece, scelgono di utilizzare le fonti potabili, seppure distanti, per l’approvvigionamento, con notevole dispendio di tempo ed energie.

Attività..

Grazie al progetto sono stati resi produttivi 20 ettari di terreno, prima completamente abbandonato, ora coltivato a mais, fagioli, palme da olio, manioca e ortaggi.Nel 2010 è stato scavato un primo pozzo, che utilizza la falda acquifera situata a 40 metri di profondità. Viste le crescenti richieste di acqua indotte dall’espansione delle attività agricole e zootecniche, è stato realizzato un secondo pozzo, dotato di impianto di pompaggio dell’acqua e di una cisterna della capienza complessiva di circa 10.000 litri. Nel mese di febbraio 2012 è stato ultimato l’impianto di distribuzione che permette di fornire  acqua per uso domestico a tutte le strutture de La Citadelle, e consente l’irrigazione dei campi e l’abbeveraggio degli animali.In Italia è stato acquistato e quindi spedito in loco un trattore, allo scopo di allargare la superficie coltivabile e di accrescerne il rendimento. Tale mezzo, adeguatamente equipaggiato, ha facilitato il lavoro senza sostituire l’utilizzo della mano d’opera, ancora fondamentale. Sono stati infine allestiti due laboratori per la trasformazione di prodotti agro-alimentari quali manioca e mais.

Perché esserci #1

Il grafico mostra la percentuale di terre arabili, destinate alle coltivazioni e al pascolo in modo permanente.

Fonte: Food and Agriculture Organization 

Perché esserci #2

L’andamento dell’indice mostra la percentuale della popolazione rurale che ha accesso ad almeno una risorsa idrica sicura.

Fonte: Food and Agriculture Organization


Scopri la campagna “Io dico la mia”