Nephrology Project


Ricerca e cura delle malattie non trasmissibili.

Nei paesi a basso reddito, soprattutto nelle fasce di popolazione più povere, le malattie croniche non trasmissibili stanno progressivamente aumentando e un numero sempre maggiore di persone muore per le conseguenze di queste patologie. Project for People affronta questa emergenza sanitaria con un programma di ricerca  finalizzato all’avviamento di una unità di prevenzione, diagnosi e cura delle stesse.

Fai una donazione


Dove e quando?

India, Bengala Occidentale
Distretto South 24 Perganas
Marzo 2007 – Luglio 2013

Per chi?

10.000 pazienti ogni anno

Con chi?

ISN-International Society of Nephrology
Roche Diagnostics S.p.A.
Mediafriends Onlus


Contesto

Recentemente proprio nei Paesi del Sud Est Asiatico si è riscontrato come un numero sempre maggiore di persone soffra di gravi conseguenze cliniche disabilitanti e come molte persone muoiano per le conseguenze dell’ipertensione arteriosa non trattata, del diabete e di malattie renali e cardiovascolari.In particolare, in seguito alla trasformazione degli stili di vita conseguenti all’industrializzazione, come pure per l’urbanizzazione di grandi fasce di popolazione, le malattie croniche non trasmissibili sono diventate alquanto frequenti. Le conseguenze di queste malattie stanno già emergendo, ma potranno determinare uno stato di emergenza sanitaria se non saranno adottati dei provvedimenti sia preventivi sia curativi.È già stato dimostrato che è possibile attuare degli interventi che riducano lo sviluppo di tali malattie, il che giustifica l’impegno su questo fronte di Project for People, già impegnata nell’erogazione di servizi per la salute, nella realizzazione di programmi di ricerca, prevenzione e terapia di questo tipo di patologie a favore delle comunità rurali del West Bengal.

Attività

Il progetto, coordinato e coadiuvato sul campo dal Dott. Maurizio Gallieni, primario di nefrologia all’ospedale San Carlo di Milano, ha visto un primo intervento di tipo epidemiologico, che ha consentito di identificare l’entità del problema delle malattie croniche nell’area già oggetto di intervento sanitario da parte del partner locale IIMC. Il lavoro di screening eseguito, è stato svolto da medici e nutrizionisti volontari italiani coadiuvati da personale indiano grazie alla collaborazione con le due scuole di specializzazione in nefrologia, presso le università statali di Milano (ospedale San Paolo e Ospedale San Carlo) e Monza (Università Milano Bicocca, Ospedale San Gerardo di Monza).L’attività di monitoraggio è stata svolta prendendo in esame un campione di oltre 1000 donne in gravidanza o in età fertile e 540 bambini di età inferiore a 1 anno. Le azioni di screening hanno comportato la misurazione della pressione arteriosa, esami delle urine e glicemia, creatininemia, proteinuria, misurazioni antropometriche per la valutazione dello stato nutrizionale.Obiettivo è andare oltre, proseguendo l’attività di studio di queste malattie ma al contempo concretizzare un intervento che preveda l’ assistenza diretta alla popolazione su queste patologie trascurate, in quanto non è ancora stata acquisita in pieno la loro pericolosità, né dalle autorità sanitarie né tantomeno dalla popolazione.

Perché esserci #1

L’indice indica il numero di decessi avvenuti in un anno ogni mille persone. Il tasso è in decrescita grazie ai progetti implementati in loco, destinati a favorire un decremento del tasso di mortalità.

Fonte: UN Population Division. World Population Prospects


Scopri la campagna “Io dico la mia”