Saude e sexualidade


Educazione alla salute e alla sessualità

Uno dei problemi più gravi delle favelas brasiliane è quello della violenza sulle donne. Il fine del progetto “Saude e Sexualidade” è quello di informare e sensibilizzare adolescenti e giovani per affrontare la grave emergenza delle gravidanze in età precoce e dei problemi strettamente connessi alla violenza e alle malattie sessualmente trasmissibili.

Fai una donazione


Dove e quando?

Brasile, Salvador da Bahia, Favela di Valéria
Dal 2009 ad oggi

Per chi?

80 adolescenti ogni anno.

Con chi?

Regione Lombardia
Chiesi Farmaceutici S.p.A.
Tavola Valdese


Contesto

Le favelas brasiliane e, nel contesto specifico, quella di Valèria, alla periferia di Salvador da Bahia, soffrono il problema della violenza e della criminalità sempre più dilaganti, soprattutto tra i giovani.È necessario sottolineare, per l’importanza che questo dato ha nella realtà delle beneficiarie del progetto, che l’impatto della violenza domestica e/o sessuale sulla salute di donne ed adolescenti è significativo. Il tasso di alcolismo è più elevato, il rischio di infezioni quali l’HIV tra le donne che subiscono violenze, ed anche il tentativo di suicidio sono significativamente più frequenti.I dati del governo dimostrano che in Brasile il numero di  ragazze adolescenti tra il 10 e 19 anni che diventano madri è aumentato negli ultimi quattro anni. Solamente nell’anno passato, il numero di parti delle ragazze madri ha costituito il 31% del totale di parti negli ospedali pubblici.Le bambine e le adolescenti della favela si trovano quotidianamente esposte a tali rischi senza avere la possibilità di ricevere né formazione né tutela adeguata che permetta loro di conoscere le problematicità a cui sono esposte. Le gravidanze precoci riguardano in maggior misura giovani appartenenti a classi sociali svantaggiate e appartenenti a gruppi familiari con problemi disfunzionali. Ad esempio, non di rado le ragazze che rimangono incinte giovanissime sono a loro volta figlie di madri rimaste incinte in età precoce.

Attività

Obiettivo di Project for People è quello di sensibilizzare, attraverso un percorso di formazione-informazione della durata di un anno, adolescenti della favela di ambo i sessi e le loro madri su questioni riguardanti il sesso e la salute per  ampliare la capacità degli stessi di affrontare le situazioni di violenza e la pratica sessuale in modo più salutare, evitando così gravidanze precoci e/o indesiderate, oltre alle malattie sessualmente trasmissibili fra cui l’HIV.Il progetto coinvolge direttamente 80 adolescenti per ogni ciclo annuale di formazione. I beneficiari vengono individuati a seguito di preliminari iniziative di analisi dei bisogni, sensibilizzazione e  coinvolgimento della comunità locale.L’intervento realizzato ha visto l’ampliamento della struttura del partner locale Lar Joana Angelica, con la costruzione di uno spazio per la realizzazione degli incontri formativi e uno per la realizzazione dei workshop connessi alle tematiche del corso di formazione. Il corso è stato realizzato integrando la metodologia dell’arte-educazione, utilizzando cioè la musica, il teatro e la danza, per valorizzare la spontaneità individuale dei soggetti coinvolti, il lavoro sul corpo, e la libertà di espressione, proponendo agli adolescenti l’accesso non solo a uno spazio di informazione ma anche di riflessione e discussione sui temi proposti.Il percorso prevede inoltre un accompagnamento psicologico e legale personalizzato per ciascun beneficiario.Azioni di divulgazione dei risultati raggiunti quali la produzione di un manuale illustrato e di materiale informativo sulle tematiche trattate nonchè la realizzazione di uno spettacolo artistico/teatrale sviluppato collettivamente dai ragazzi coinvolti hanno prodotto  ricadute positive in termini di diffusione e sensibilizzazione sull’intera comunità.

Perché esserci #1

Il grafico illustra il tasso di fertilità delle adolescenti. Si tratta del numero di nascite, ogni mille abitanti, per le donne di età compresa fra i 15 e i 19 anni.

Fonte: UN Population Division, World Population Prospect

Perché esserci #2

Il grafico mostra com’è variata la percentuale di donne, nel periodo compreso fra il 2000 e il 2012, sul totale della popolazione del Benin.

Fonte: UNESCO Institute for Statistics


Scopri la campagna “Io dico la mia”