Maison des petits


Accoglienza per bambini orfani o abbandonati.

Uno dei più gravi problemi che affligge il Benin è quello della violazione dei diritti dei bambini i quali sono spesso costretti a lavora in tenera età o, addirittura, venduti a terzi dagli stessi genitori che non riescono a provvedere al loro mantenimento. In questo contesto trova spazio la realizzazione di un centro di accoglienza per bambini orfani e abbandonati.

Fai una donazione


Dove e quando?

Bénin, Dipartimento di Ouémé, Port-Novo
2013 – in corso

Per chi?

20 bambini tra i 2 e i 14 anni ospitati nel centro
25 bambini che frequentano le scuole diurne

Con chi?

Fondazione Prosolidar
UBI Banca


Contesto

La popolazione del Bénin è di circa 9 milioni di abitanti, di cui un terzo vive al di sotto della soglia di povertà (1,25 dollari al giorno). La condizione di indigenza è la principale ragione della violazione evidente dei diritti dei bambini, i quali iniziano a lavorare in tenera età, abbandonando la scuola e impegnandosi in attività non adatte a favorire il loro sviluppo psicologico e fisico. L’“affido” a membri esterni alla famiglia e, in alcuni casi, la vera e propria vendita dei bambini a terzi sono pratiche di sfruttamento le cui origini sono da ricercare sia nelle tradizioni locali, sia nelle difficili condizioni economiche in cui vivono le famiglie. Secondo l’UNICEF, il 39 % è vittima del lavoro minorile, fenomeno a cui è associato il problema della tratta dei bambini. Tale realtà si accentua nei casi di famiglie monogenitoriali o molto numerose. Il basso tasso di scolarizzazione nelle zone rurali, dovuto maggiormente all’assenza di un sistema d’istruzione efficiente e capillare, è un altro elemento da considerare tra le cause del mancato rispetto dei diritti dei minori. Sempre secondo le stime dell’UNICEF, i bambini orfani in Benin sono circa 310.000. Di questi, circa 30.000 hanno perso uno o entrambi i genitori a causa dell’AIDS. Dato l’elevato livello di povertà nelle comunità rurali, contribuire alla crescita di un bambino orfano nella famiglia estesa risulta spesso impossibile.

Attività

Accoglienza a assistenza attualmente per 20 bambini orfani o abbandonati, assicurando loro il sostegno di personale specializzato, cure mediche adeguate e la possibilità di seguire un percorso educativo e formativo. Ogni giorno, 7 giorni su 7, i bambini ricevono 3 pasti al giorno, sono vestiti in modo dignitoso, vanno a scuola come i loro coetanei, hanno tutto l’occorrente per poter svolgere le attività scolastiche e ricreative, sono curati quando si ammalano, sono accuditi in modo amorevole, tutte azioni scontate per bambini di pari età ma straordinarie per loro, che hanno vissuto in strada prima di venire accolti nella Maison de Petits. Particolare attenzione viene data a quei bambini/e vittime di tratta, fornendo loro sia una prima assistenza da un punto di vista medico/sanitario sia un sostegno psicologico e pedagogico. Sono inoltre seguiti altri 35 bambini/e tramite il programma di Sostegno a distanza con attività diurne presso il centro, la fornitura di materiali didattici, vestiario, cibo e assistenza sanitaria.

Perché esserci #1

Il grafico mostra l’andamento del tasso di mortalità sotto i 5 anni, ovvero la probabilità per mille abitanti che un nuovo nato muoia prima di raggiungere i 5 anni di età.

Fonte: UN Inter-agency Group for Child Mortality Estimation

Perché esserci #2

Il grafico illustra l’andamento della spesa pubblica per l’educazione come percentuale del prodotto interno lordo in uno specifico anno.

Fonte: UNESCO Institute for Statistics


Scopri la campagna “Io dico la mia”